Olanda 2016

La meta del viaggio di quest’anno è stata l’Olanda.
Nel paese di Rijswijk posto a sud di Den Haag, per noi italiani L’Aia, dall’ 8 al 10 aprile si svolgeva una mostra-mercato dedicata al patchwork. In esposizione i lavori di 6 artiste provenienti dal nord-europa e 60 stand di mercato dedicati esclusivamente alla nostra grande passione, il patchwork.
Particolarmente coinvolgente la mostra dei lavori di Willyne Hammerstein, autrice dei testi “Millefiori 1” e “Millefiori 2”. Le sue opere erano composte da piccole forme geometriche unite e quiltate a mano, peccato per il divieto di fotografare.
Il mercato è stato molto bello, ricercato, con tante stoffe novità e ci ha entusiasmate e indotte ad acquisti.
Dei quattro giorni di viaggio inoltre ci ricorderemo: la veloce ma intensa sosta ad Amsterdam, con visita al famoso negozio di patchwork “Den Haan e Wagenmakers” e il giro in battello lungo i canali della città, le piacevoli passeggiate nella città di Delft, a Gouda famosa per i formaggi, lungo la spiaggia di Scheveningen. E ancora lo sguardo della “Ragazza con l’orecchino di perla” e le fantasie surreali di Escher.
Nei nostri ricordi rimarranno la condivisione degli acquisti che non sono stati solo stoffe, i biglietti “ da conservare però buttati via”, le vie con i locali all’aperto dell’elegante Den Haag affollate di olandesi, le gustose “bitterbollen” e la generosa disponibilità dei nostri “ragazzi”.
In questo viaggio abbiamo constatato l’efficienza olandese dei mezzi di trasporto: aereo, treno, tram, battello, taxi. Per completare ci manca l’uso della bicicletta lungo le piste ciclabili: sarà motivo in più per un prossimo viaggio. E non solo per qualche chilometro. Preparatevi!

Cecilia, Vania, Paola, Franca, Giuliana, Annamaria, Chiara e i “ragazzi” Federica e Igor